12.4.09

Obama, 80 milioni di dollari per la guerra

Obamaobomba







Barack Obama va alla guerra. E sfata il falso mito della discontinuità in politica estera degli Stati Uniti. Dopo aver ottenuto rinforzi dagli alleati, Italia in primis, ha completato l'opera esigendo dalla Camera Usa 80 miliardi di dollari extra per la guerra in Iraq e in Afghanistan. Dunque dopo aver attaccato la "logica della guerra" di Bush, chiedendo e promettendo il ritiro delle truppe, ora Obama fa quanto impostogli dai poteri economicamente e politcamente forti made in Usa. La guerra andrà avanti. E la somma servirà a rilanciare la strategia militare in Afghanistan e a stabilizzazione quella in Iraq. Da segnalare come proprio il controllo sui due paesi permetterebbe un maggiore impegno sull'incognita Pakistan, che sta progressivamente sfuggendo al controllo della Casa Bianca.

Fonte: Infoaut

MR. OBAMA, MR. OBAMA:

AHI AHI AHI.......

2 commenti:

pierprandi ha detto...

Stiamo comunque sempre parlando del presidente degli stati uniti....Seppur innovatore, deve accontentare il NUMEROSO elettorato guerraiolo che non è solo tra i repubblicani...Direi ahi, ahi statunitensi...A presto vecchio mio..

Aride ha detto...

Sì d'accordo, ma se accontenta un poco tutti, dove sta l'innovazione...
Ho ripetuto più volte che a farla da padroni negli states sono le lobbies delle armi e del petrolio. Questa altro non è se non l'ennesima conferma. Ribadisco anche che Obama ha iniziato molto bene dal mio punto di vista il suo mandato. Le pecche però credo debbano essere sottolineate.