25.7.08

Stato di paura


Il governo italiano dichiara lo Stato d'emergenza su tutto il territorio nazionale. Ma l'invasione non c'è.

''Il Consiglio dei Ministri ha approvato, su proposta del ministro dell’Interno, Roberto Maroni, l’estensione all’intero territorio nazionale della dichiarazione dello stato di emergenza per il persistente ed eccezionale afflusso di cittadini extracomunitari, al fine di potenziare le attività di contrasto e di gestione del fenomeno''.
Questo il testo del comunicato, diffuso poco fa, del Consiglio dei ministri che ha avuto luogo oggi a Roma. Ancora una volta, questo governo fomenta un clima da invasione che non esiste nei fatti, se non nella mediatizzazione di una politica del rifiuto dell'accoglienza. ''Gli arrivi, nel primo semestre del 2008, sono triplicati rispetto allo scorso anno, ma se si considera il dato aggregato annuale, siamo nell'ordine delle 2mila persone in più. Un aumento risibile, soprattutto di fronte al dato che i migranti che giungono dal Canale di Sicilia sono il 10 percento del dato totale'', spiega Gabriele Del Grande, che gestisce Fortress Europe, un sito che monitora dal 1988 fa memoria delle persone morte nel tentativo di entrare in Europa. ''Dei 650mila migranti che hanno fatto domanda per il 'decreto flussi', che già vivono e lavorano senza documenti in Italia, solo una minima parte è venuta in 'gommone'. Il problema verrà per il fatto che saranno saturati i centri di permanenza, anche con persone che avrebbero diritto all'asilo politico o all'ottenimento dello status di rifugiati''.

Fonte: Peacereporter


L'EMERGENZA VERA E' QUESTA GENTE AL GOVERNO!!!

3 commenti:

happyclown ha detto...

cosa possiamo fare??? ci dev essere unmasoluzione a sto schifo..

happyclown ha detto...

ciao aride, un caro saluto, un abbraccio e una buoannotte!!!
la canzone bella ciao è meravilgiosa!!!!!

Aride ha detto...

buonanotte a te happyclown...